Cosa Vedere alle Cinque Terre in Tre Giorni

Che cosa decidere di vedere alle Cinque Terre in soli tre giorni? La disponibilità di questa fascia di tempo risulta un periodo sufficiente per concedersi il lusso di visitare tutte le maggiori attrattive di questi luoghi rinomati in tutta Italia e persino all’estero. Il tratto delle Cinque Terre si trova ubicato sulla riviera ligure di levante, considerate un luogo d’alto impatto naturalistico, oltre che meta ogni anno di un afflusso di turismo in continua crescita.

I Comuni compresi all’interno delle Cinque Terre sono rappresentati da Monterosso al Mare, Corniglia, Vernazza, Manarola, Riomaggiore, raggiungibili in auto per una tratta ridotta e molto più frequentemente in treno.

Le Cinque Terre, come ci ricorda vivavacanze.it sono entrate a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco a partire dal 1997, mentre dal 1999 è stato istituito anche il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

 

Come Arrivare alle Cinque Terre e quali località visitare

Abbiamo già accennato al mezzo di trasporto migliore per giungere alle Cinque Terre rappresentato dalla stazione ferroviaria, ovvero la linea Genova-Roma, adatta sia che si provenga da nord che si provenga da sud. Per arrivare alle Cinque Terre si dovrà tenere presente la stazione di riferimento situata a La Spezia dalla quale optare per il Regionale in direzione di ogni Comune parte delle Cinque Terre, generalmente disponibile ogni venti minuti nel periodo estivo di massima affluenza al luogo.

Optando per un viaggio in auto sarà importante sapere che il proprio mezzo dovrà essere lasciato all’interno dei parcheggi a pagamento al di fuori del centro, muovendosi successivamente all’interno delle zone pedonali o tramite bus. Scegliendo di arrivare in aereo invece sarà possibile fare scalo a Genova, oppure a Pisa, optando successivamente per una tratta ferroviaria. Nel periodo d’alta stagione estiva i prezzi all’interno delle Cinque Terre risulteranno particolarmente alti, un costo sostenibile tuttavia in previsione di una visita all’interno di uno dei Patrimoni Mondiali dell’Unesco almeno una volta nella vita.

La prima tappa da affrontare alle Cinque Terre è rappresentata dal Comune di Monterosso al Mare dove, oltre alla spiaggia e al mare, sarà possibile scegliere di visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, la Statua di Nettuno e il Santuario di Nostra Signora di Soviore. Successivamente si potrà proseguire in direzione del Comune di Vernazza visitando la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia, il Castello di Doria, il centro storico, il Santuario di Nostra Signora di Reggio.

L’ultimo e terzo giorno di soggiorno sarà possibile dirigersi nella zona di Corniglia, dove trovare allo stesso modo uno splendido scorcio sul mare e sulla spiagga, optando per una visita di percorrenza del Sentiero Azzurro per un costo economico pari a 5 euro. Sempre a Corniglia si potrà visitare inoltre il Santuario della Madonna delle Grazie, la Chiesa di San Pietro, il Belvedere di Santa Maria. A poca distanza ferroviaria si potrà visitare anche Manarola visitando il porto, il centro storico e la Chiesa di San Lorenzo, terminando la visita a Riomaggiore presso il Castello e la Torre Guardiola.