Costellazioni Emisfero Boreale Cefeo

Cefeo è una delle 88 costellazioni moderne, confinante con l’Orsa Minore e il Cigno. Prende il nome dal mitico Re dell’Etiopia, padre di Andromeda e marito di Cassiopea. Oltre ad essere composta da 5 stelle particolarmente brillanti, Cefeo è anche teatro di un particolarissimo fenomeno astronomico, conosciuto come il “bagliore fantasma”.

 

La stella di Cefeo

Cepheus è composta da 5 stelle principali, incredibilmente affascinanti ed emettenti quattro spettri di colore diversi: bianco, arancione, azzurro e rosso. I loro nomi sono Alderamin, Alrai, Alfirk, Al Agemim ed Erakis (o α, γ, β, μ e η Cephei). Considerate in termini di spazi siderali, queste stelle (ad eccezione di Alfirk) non sono troppo distanti dalla terra: si va infatti da un minimo di 45 a un massimo di 49 anni luce. Erakis ha inoltre la particolarità di essere una delle più grandi stelle ad oggi conosciute, in assoluto la più grande visibile senza telescopio, nonostante sia piuttosto difficile da osservare ad occhio nudo.

 

Polvere cosmica e strani bagliori di Cefeo

Ai margini settentrionali del Cefeo è possibile osservare un complesso di nubi di polvere cosmica che ha guadagnato l’attenzione degli astronomi nel 1908, quando Max Wolf e agosto Kopff notarono per la prima volta la sua struttura complessa. Questa particolare configurazione porta alla creazione di uno strano bagliore, alquanto spettrale, conosciuto come “Cepheus Flare”, nient’altro che polvere cosmica visibile grazie alla debole luce riflessa delle stelle della costellazione. Al centro di Cefeo è possibile notare inoltre un globulo di Bok, una conformazione cosmica che può apparire agli occhi dei profani molto simile a una grande nube scura. Uno dei margini di questo globulo sta di fatto collassando e dà luogo a un fenomeno ancora più affascinante e interessante: la nascita di un nuovo sistema solare binario. Niente di paranormale quindi, ma semplicemente l’eterno mistero notturno del cielo stellato.